POR CAMPANIA – FESR 2014-2020

 

 

LAVORI  RIQUALIFICAZIONE DELLA RETE FOGNARIA COMUNALE CON COMPLETAMENTO ED ALLACCIAMENTO ALL’IMPIANTO DI DEPURAZIONE

CUP: G51E17000150002

 

 

                                                                                                                                          DESCRIZIONE

 

FINALITA’  E  RISULTATI:

Obiettivi dell’Opera

L’opera in progetto ha lo scopo principe di fornire il servizio di sversamento delle acque reflue alle abitazioni esistenti che insistono sulla via Provinciale Sannitica. Attualmente ciascun’abitazione provvede per proprio conto allo smaltimento delle acque luride. Tale situazione comporta un evidente rischio ambientale che si risolve agevolmente con la realizzazione dell’opera in oggetto.

Inquadramento Territoriale e Urbanististico

La strumentazione urbanistica del Comune di Valle di Maddaloni è rappresentata da un Programma di fabbricazione. Il P.U.C. è in fase di redazione.

All’interno del Piano Territoriale Generale della Regione Campania il Comune di Valle di Maddaloni è inserito nel Sistema Territoriale di Sviluppo a prevalenza Urbano definito “D4 – SISTEMA URBANO CASERTA E ANTICA CAPUA” .

Il territorio comunale è inoltre soggetto al Piano Stralcio per l’Assetto Idrogeologico dell’Autorità di Bacino dei Fiumi Liri, Garigliano e Volturno.

Per quanto riguarda il rischio sismico il territorio comunale è soggetto ad un grado di sismicità S=9.

In relazione al vincolo relativo alla presenza dell’Acquedotto Vanvitelliano, l’opera in progetto non interferisce con la fascia di rispetto.

Caratteristiche dell’infrastruttura

L’infrastruttura fognaria prevista dal Progetto Preliminare e qui approfondita è di tipo misto e consta di due parti idraulicamente separate. L’ifrastruttura si sviluppa su due tratti della via Variante Sannitica Il tratto A e il tratto B specificati nei grafici allegati. Il tratto B prevede anche un impianto di sollevamento per risolvere un segmento in contropendenza. Di seguito sono schematizzate le caratteristiche geometriche dell’infrastruttura:

Speco

Posizione

Lunghezza

Materiale

Diametro Esterno

Diametro Interno

A

Via Variante Sannitica

2170 m

PVC-U

630 mm

591,0 mm

B

Via Variante Sannitica

1628 m

PVC-U

630 mm

591,0 mm

 

Il tracciato dell’infrastruttura, indicata nei grafici come SPECO A, parte a circa 400 m dall’Acquedotto Vanvitelliano, prosegue per circa un chilometro lungo la via Variante Sannitica e si completa nell’ex tratto della via Variante Sannitica ormai abbandonato dal traffico veicolare. Il recapito dell’infrastruttura fognaria in progetto è un pozzetto esistente al bivio tra la via Variante Sannitica e la via Sannitica Commerciale dal quale si diparte uno speco in gress ceramico collegato al depuratore.

Il tracciato dell’infrastruttura, indicata nei grafici come SPECO A, parte dall’incrocio con la via Fusarelle e procede semplicemente a gravità per circa un chilometro dove incontra il recapito al depuratore; nel tratto successivo l’impianto prosegue a gravità fino alla quota minima al picchetto 10 dove è posizionato uno sfioro per le acque di pioggia, una vasca di raccolta e un impianto di sollevamento che recapita i reflui in contropendenza fino al collegamento con l’impianto di depurazione. 

La geometria stradale ed in particolare la presenza di una fascia di pertinenza ai margini della carreggiata permette il posizionamento sotto tale fascia del collettore fognario. Alla fine dei lavori lo stato dei luoghi non solo sarà ripristinato ma subirà un miglioramento grazie alla sistemazione stradale con un marciapiedi lungo il primo tratto dell’infrastruttura pari a circa 1120 m. Tale scelta progettuale fornisce alle utenze locali un percorso pedonale attualmente inesistente. La larghezza minima prevista per il marciapiedi è di 1,50 m, coerentemente a quanto imposto dal D.M. 5/11/2001. In sede di progetto esecutivo si avrà cura di prevedere scivoli di accesso che garantiscano l’abbattimento della barriera architettonica.

È prevista la posa in opera di pozzetti di ispezione ogni 25 m circa ed in corrispondenza di ciascuno di essi una caditoia sifonata per il drenaggio stradale.

Lungo il tracciato è necessario attraversare due valloni tombati e due ponti stradali con la realizzazione di appositi manufatti per la posa aerea.

 

FINANZIAMENTO:     €  3.487.146,00,

                                    REGIONE CAMPANIA  D.D.. N.  19 DEL  19.02.2019- 

                                     POR Campania FESR 2014-2020

                                     Obiettivo Sp.  6.3

 

 

 

                                                                                  Il Responsabile Unico del Procedimento

                                                                                        F.to   arch. Antonio Del Monaco

 

 

torna all'inizio del contenuto